FOBIA SOCIALE

Per informazioni o prenotazioni del disturbo Fobia Sociale

Richiedi informazioni

Di cosa si tratta

La fobia sociale è un disturbo d’ansia caratterizzato da paura irrazionale e persistente, provocata dall’esposizione a situazioni o prestazioni sociali che potrebbero implicare l’essere sottoposti al giudizio di persone sconosciute o anche soltanto esposti alla loro presenza.

La caratteristica principale è rappresentata dal timore di essere criticati.
Dietro questo timore si nasconde il forte desiderio di dare una buona impressione agli altri e nello stesso tempo una forte perplessità rispetto alla capacità di avere una performance adeguata. Il soggetto, infatti, teme di apparire ridicolo, di essere denigrato ed umiliato.

Per questo motivo le persone con fobia sociale tendono ad evitare tutte quelle situazioni in cui potrebbero essere oggetto delle valutazioni di altri e mostrare sintomi ansiosi.
I sintomi fisici di tipo ansioso comprendono: rossori e vampate di calore; tremori; sudorazione; accelerazione del battito cardiaco; difficoltà a deglutire; tensione muscolare; mani fredde e sudate; confusione mentale.

Sebbene questi sintomi siano simili alla timidezza, nelle persone che soffrono di fobia sociale, essi sono presenti per periodi più lunghi e con maggiore intensità, rispetto alle persone timide; inoltre le situazioni sociali costituiscono una preoccupazione fissa e costate che costringe la persona a non esporsi.

Si tratta di una fobia invalidante che può interferire con le normali attività della vita quotidiana: può impedire di parlare, di mangiare o telefonare in pubblico, di scrivere di fronte gli altri, di partecipare ad una festa o ad una riunione, di incontrare persone di sesso opposto, di interagire con persone autorevoli e di svolgere qualunque attività in presenza di altri.

Inoltre, le persone che soffrono di questo disturbo hanno spesso occupazioni lavorative al di sotto delle loro capacità, data l’intensità con cui temono l’interazione e l’esposizione sociale. Preferiscono un lavoro meno gratificante che implica una minore esposizione ai rapporti sociali, piuttosto che affrontare ogni giorno quel tipo di situazioni.

Diagnosi

Per la diagnosi di Fobia Sociale, il DSM-5 prevede i seguenti criteri:

  • Paura o ansia marcate provocate da situazioni in cui l’individuo è esposto al possibile esame di persone non familiari o al giudizio degli altri;
  • La persona teme che agirà in modo tale o manifesterà sintomi di ansia che saranno valutati in modo negativo;
  • Le situazioni sociali temute provocano paura o ansia, sono evitate o sopportate con intenso disagio;
  • La paura o l’ansia sono sproporzionate rispetto alla reale minaccia della situazione;
  • La paura, l’ansia e l’evitamento sono persistenti (6 mesi o più) e causano disagio clinicamente significativo del funzionamento sociale, lavorativo o in altre aree importanti;
  • La paura, l’ansia e gli evitamenti non sono attribuibili agli effetti di sostanze o ad altre condizioni mediche.
Hai bisogno di una consulenza sui Disturbi di Fobia Sociale?
Ecco i servizi che possono aiutarti.

 

Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale >

Biofeedback >