BULIMIA NERVOSA

Per informazioni o prenotazioni del Disturbo di Bulimia Nervosa

Richiedi informazioni

Criteri diagnostici

  • Ricorrenti crisi bulimiche – una crisi bulimica è caratterizzata da entrambi gli aspetti seguenti: mangiare, in un periodo definito di tempo (es. un periodo di 2 ore), una quantità di cibo significativamente maggiore di quella che la maggior parte delle persone mangerebbe nello stesso tempo e in circostanze simili; sensazione di perdere il controllo durante l’episodio (es. sensazione di non riuscire a smettere di mangiare o di non controllare che cosa o quanto si sta mangiando);
  • Ricorrenti e inappropriate condotte compensatorie per prevenire l’aumento di peso, come vomito autoindotto, abuso di lassativi, diuretici o altri farmaci, digiuno o esercizio fisico eccessivo.
    Le abbuffate e le condotte compensatorie inappropriate si verificano entrambe in media almeno una volta a settimana per 3 mesi.

I livelli di autostima sono inappropriatamente influenzati dalla forma e dal peso del corpo.

Il disturbo non si manifesta esclusivamente nel corso di episodi di anoressia nervosa.

Specificare il livello attuale di gravità

Il livello minimo di gravità è basato sulla frequenza delle condotte compensatorie inappropriate (vedi sotto).

Il livello di gravità può essere aumentato tenendo conto degli altri sintomi e del grado di disabilità funzionale.

a. Lieve: Una media di 1-3 episodi di condotte compensatorie inappropriate per settimana.

b. Moderato: Una media di 4-7 episodi di condotte compensatorie inappropriate per settimana.

c. Grave: Una media di 8-13 episodi di condotte compensatorie inappropriate per settimana.

d. Estremo: Una media di 14 o più episodi di condotte compensatorie inappropriate per settimana.

Hai bisogno di una consulenza sui Disturbi di Bulimia Nervosa?
Ecco i servizi che possono aiutarti.

 

Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale >

Biofeedback >