Comportamenti difficili: strategie utili a casa e a scuola

bambino iperattivo

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Durante lo svolgimento dell’attività didattica o nella vita di tutti i giorni, alcune tecniche possono aiutare il bambino nell’autovalutazione dei comportamenti e favorire nell’adulto l’attitudine a soffermarsi sui comportamenti positivi messi in atto dal bambino.

Ognuna di queste tecniche può essere utilizzata dall’insegnante a beneficio di un singolo alunno o dell’intera classe, nei gruppi di apprendimento specialistico e nella vita domestica del bambino.

Un esempio la TURN A CARD, letteralmente gira la carta.

Questa strategia è molto utile sia nella fase di monitoraggio del comportamento del bambino, sia per incoraggiare comportamenti adeguati.

Il funzionamento è molto semplice.

Il bambino ha a disposizione quattro carte di colore diverso: verde, giallo, arancione e rosso. Inizia ogni giorno con la carta VERDE!

Se durante la giornata mostra un comportamento non adeguato: non segue le regole, disturba i compagni, interrompe la lezione, il bambino viene invitato dall’adulto a “girare la carta” e così avrà accanto a se una carta GIALLA, poi ARANCIONE e infine ROSSA.

Ogni volta che verrà girata la carta, negli ultimi due passaggi, sarà applicato anche un costo della risposta. Alla carta arancione si può far corrispondere una diminuzione dei minuti dedicati alla pausa, per fare solo un esempio; mentre se il bambino arriva a girare la carta rossa si può pensare di avvisare tempestivamente i genitori del comportamento altamente disturbante del figlio attraverso una comunicazione scritta (nel caso di un contesto scolastico) oppure di vincolare preventivamente il suo gioco preferito.

Strategia simile e ugualmente efficace è la CLIP CHART, letteralmente grafico con mollette. Possiamo costruire il grafico con i colori e le formeche preferiamo. Anche i livelli possono variare. Prendiamo una molletta per ogni bambino, magari decorata con il nome del bambino o bambini e il gioco è fatto!

Attenzione, si parte sempre dal punto medio, nel nostro caso il VERDE. Largo spazio alla fantasia e al coinvolgimento del bambino anche nella realizzazione del grafico che ogni giorno seguirà i suoi comportamenti.

Lo scopo è aiutare il bambino a modificare uno o più dei suoi comportamenti, magari poco adeguati per il contesto scolastico o familiare.

Per la buona riuscita di questo tipo di interventi sono importanti alcuni elementi: il coinvolgimento di tutti gli adulti che operano con il bambino (nessun intervento è profondamente efficace se è frutto dell’azione isolata) e l’entusiasmo e lo sguardo dell’adulto sempre rivolto, prima di tutto, ai comportamenti positivi del bambino.

Per approfondimenti: Cox J., Turn a card Behavior Management Plan in About Education, September2016. WebsterJ., A Color Classroom Behavior Chart Using Clothespins, in About Education, August2016.

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi ricevere i nuovi articoli via Mail?

Iscriviti alla nostra Newsletter e ogni mese riceverai una mail con i nuovi articoli pubblicati.

Altro da scoprire

Un Centro di eccellenza

Con sedi cliniche a Galatina e Casarano e professionisti partner su tutto il territorio nazionale, il Centro è un autentico polo di riferimento nel Sud Italia nell’ambito della psicoterapia, della neuropsicologia e delle neuroscienze cliniche integrate.