I miti nelle relazioni di coppia

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

…“e vissero per sempre felici e contenti!” ci raccontavano le favole, in cui il principe e la principessa riuscivano a vivere una vita piena di felicità. Sin da piccoli, siamo stati abituati ad ascoltare e vedere una serie di miti che risultano essere velenosi per le relazioni di coppia. Vediamo quali possono essere alcuni tra i più frequenti.

  1. Tu mi completi
    Capita di credere che il partner sia in grado di completarci, come se possa essere l’unica cosa che dia senso alla nostra esistenza. Se crediamo di dover andare alla ricerca della nostra metà, rischiamo di instaurare relazioni poco sane, di essere dipendenti dall’altro e di sperimentare la paura di essere abbandonati o rifiutati. Per instaurare una relazione di coppia funzionale è necessario tenere a mente che siamo già completi!
  2. Il partner ideale
    Un’altra falsa credenza è quella di trovare un partner capace di soddisfare tutte le nostre esigenze, in grado di renderci felici senza litigare mai. Dopo una fase iniziale di innamoramento, in cui si evidenziano le somiglianze, si passa a notare le differenze dell’altro e ciò può portare a dei conflitti e a chiedersi se è veramente la persona che avremmo voluto al nostro fianco. Ma proprio dopo questa prima fase, è possibile iniziare a costruire una relazione autentica e intima tra due persone che si apprezzano per ciò che sono realmente.
  3. Un figlio risolverà tutto
    L’arrivo di un figlio porta già di per sé  uno sconvolgimento nella relazione, poiché il passaggio da diade a triade necessita di una ridefinizione dei confini e dei nuovi ruoli. Nei momenti in cui una coppia attraversa una fase di crisi, può capitare di pensare di risolverla mettendo al mondo un figlio. Ma quando il rapporto non funziona, optare per questa scelta non farà altro che destabilizzare un equilibrio già precario e potrà portare ad affidare al figlio il compito pesante di tenere uniti i genitori, responsabilità che spetta esclusivamente agli adulti.
  4. Se mi ama, saprà cosa penso
    Un mito molto diffuso è credere che se l’altro ci ama come dice, saprà già cosa pensiamo e cosa desideriamo. Nonostante la relazione possa durare da anni, è impossibile che l’altro riesca a cogliere ciò che pensiamo. Nel momento in cui questa illusione non viene soddisfatta, siamo portati a mettere in discussione l’amore che l’altro prova per noi, mentre sarebbe più funzionale iniziare ad esplicitare all’altro i nostri bisogni, senza aspettarci che possa leggerci nel pensiero.

Questi sono solo alcuni dei miti che possono rendere disfunzionale la relazione di coppia, imparare a riconoscerli può essere utile per vivere una relazione in cui è possibile accettare le differenze tra partner, apprezzare ciò che l’altro ha da offrire, senza rischiare di cadere in queste credenze che possono portare ad una crisi di coppia.

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi ricevere i nuovi articoli via Mail?

Iscriviti alla nostra Newsletter e ogni mese riceverai una mail con i nuovi articoli pubblicati.

Altro da scoprire

Adulti
Dott. Alessandro De Renzi

La gestione della rabbia

La rabbia è una reazione necessaria e benefica, una risposta biologica protettiva che però può diventare un’emozione devastante capace di modificare la percezione della

Un Centro di eccellenza

Con sedi cliniche a Galatina e Casarano e professionisti partner su tutto il territorio nazionale, il Centro è un autentico polo di riferimento nel Sud Italia nell’ambito della psicoterapia, della neuropsicologia e delle neuroscienze cliniche integrate.